Search Google Appliance

Economia industriale

  • Edizioni di altri A.A.:
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020

Dati insegnamento


Lingua Insegnamento:
Italiano 
Testi di riferimento:
Carlton e Perloff, Organizzazione Industriale, 3a edizione, McGraw-Hill, 2013. Capitoli da 1 a 12 incluso. 
Obiettivi formativi:
OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso si propone di fornire allo studente gli strumenti per l’analisi dei fattori da cui dipendono le scelte organizzative e di mercato delle imprese; identificare ed analizzare le modalità con cui le strategie competitive delle imprese interagiscono con le strutture di mercato e valutare i risultati di questo processo di interazione. Inoltre, particolare attenzione è prestata al ruolo di fattori come l’informazione incompleta, i costi di transazione, i meccanismi usati dalle imprese per spostare la pressione competitiva dal prezzo ad altre variabili; nonché all’approfondimento delle possibilità di intervento pubblico nell’economia al fine di eliminare i fallimenti del mercato.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine del corso gli studenti saranno in possesso degli strumenti conoscitivi per:
- valutare analiticamente il livello di concorrenza e le performance di efficienza settoriali
- valutare l’impatto dei comportamenti delle imprese sulla struttura e sulle performance del settore nel quale operano
- valutare gli effetti dei comportamenti strategici posti in essere dalle imprese.

CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:
- individuare/sviluppare collegamenti fra visioni microeconomiche del comportamento delle singole imprese e caratteristiche competitive del settore in cui operano
- applicare le conoscenze all’individuazione delle principali criticità relative alle forme di mercato di concorrenza imperfetta.

ABILITA' COMUNICATIVE
Al termine del corso gli studenti avranno acquisito le seguenti abilità comunicative
- saper utilizzare il linguaggio economico in modo adeguato
- esporre e discutere con rigore le relazioni matematiche sottostanti ai modelli studiati. 
Prerequisiti:
Nessuno 
Metodi didattici:
Per la didattica ci si avvarrà di lezioni frontali.
Le attività di didattica frontale avranno per oggetto argomenti teorici e saranno svolte dal docente, con la partecipazione occasionale di esperti d’impresa e delle istituzioni invitati a presentare testimonianze sugli argomenti trattati.La frequenza è facoltativa, ma consigliata. 
Modalità di verifica dell'apprendimento:
Tipo di esame:
Orale

Modalità di verifica dell'apprendimento:
La verifica dell’apprendimento sarà svolta attraverso una prova orale, composta da 2/3 domande volte a verificare la conoscenza del materiale di riferimento, oltre che la capacità di comprensione, l’autonomia di giudizio e le abilità comunicative. A questo fine sarà prestata particolare attenzione all’appropriatezza del linguaggio utilizzato, alla capacità di stabilire collegamenti fra argomenti diversi e alla capacità di interagire criticamente sui temi proposti dal docente. La prova orale sarà valutata con un punteggio espresso in trentesimi.

Valutazione:
Voto in trentesimi 
Altre Informazioni:
E-mail: d.quaglione@unich.it
Giorni ed orari di ricevimento studenti: lunedì 11:00–13:00 

1. Introduzione all'economia industriale
2. Impresa e costi
3. La concorrenza
4. Monopoli, monopsoni e imprese dominanti
5. I cartelli
6. L'oligopolio
7. Differenziazione dei prodotti e concorrenza monopolistica
8. Struttura industriale e risultati
9. La discriminazione di prezzo
10. Metodi complessi per la determinazione del prezzo
11. Il comportamento strategico
12. Integrazione verticale e restrizioni verticali


1. Introduzione all'economia industriale
2. Impresa e costi
3. La concorrenza
4. Monopoli, monopsoni e imprese dominanti
5. I cartelli
6. L'oligopolio
7. Differenziazione dei prodotti e concorrenza monopolistica
8. Struttura industriale e risultati
9. La discriminazione di prezzo
10. Metodi complessi per la determinazione del prezzo
11. Il comportamento strategico
12. Integrazione verticale e restrizioni verticali